Blog: http://CentraLaSolidarieta.ilcannocchiale.it

SIAMO VIVI???..... SI!!!

Non sembrerebbe ma siamo vivi!!!! 

E' passato quasi un anno dall'ultima volta che qualcuno ha pubblicato qualcosa sul nostro blog, non per questo vuol dire che non ci siamo più o non stiamo facendo niente!! Si è vero stiamo facendo molto meno rispetto a qualche tempo fa ma il tutto è dovuto da una serie di eventi (tutti positivi fortunatamente) che hanno toccato più o meno tutti noi. Insomma stiamo diventando grandi.... chi ha aperto un bar, chi è diventato più volte papà o mamma, chi lavora troppo chi è partito per il rwanda e li si è stabilizzato, chi ha un sacco di cose da fare e via dicendo. Ovvio che tutto ciò ha influito sulle nostre attività che comunque non si sono fermate.
Brevemente vi illustro le novità
Il progetto del centro Qalauma per i minori in carcere a Lapaz in Bolivia continua e anzi è con orgoglio che vi comunichiamo che il centro è stato finalmente inaugurato a ottobre di quest'anno dopo cinque anni di "nostro impegno" e dieci anni di lavoro da parte di Riccardo Giavarini l'uomo che in primis ha messo corpo, cuore, anima e mente in questo progetto che noi abbiamo appoggiato e sostenuto. Per questo Giavarini il 3 dicembre ha preso dal presidente della repubblica Giorgio Napolitano il premio di Volontario dell'anno per i 35 anni spesi tra Bolivia e Perù sempre dalla parte dei più deboli. Come sempre ha tenuto a precisare che il premio da lui ricevuto non è un premio alla persona ma a tutti coloro che lo hanno sostenuto....troppo generoso veramente!!!
Ad oggi dopo due soli mesi il centro conta 68 ragazzi presenti strappati finalmente all'inferno del carcere si san pedro. Considerando che il centro a piena capienza conterrà 150 ragazzi siamo quasi a metà capienza e questo è molto positivo. Sono state avviate cinque serre per la produzione di ortaggi per il consumo interno e la vendita esterna al fine dell'autofinanziamento della struttura. A breve partiranno anche gli altri laboratori, il primo sarà il panificio poi sarà la volta dell'officina meccanica e della falegnameria, tutti finalizzati alla formazione dei ragazzi, alla produzione interna e alla vendita per autofinanziamento.
Quest'anno abbiamo sostenuto l'officina meccanica acquistando una saldatrice a elettrodi, mole frese e trapani per una cifra che si aggira attorno ai 1200€.

                 

Continua la raccolta dei tappi in plastica con la ADB associazione disabili bergamaschi, con il riciclo sosteniamo economicamente i nostri progetti e la ADB. Il container per la raccolta dei tappi si trova alla piattaforma ecologica in via dei boschetti a Cologno al serio Bg.

Il progetto più grosso da noi sostenuto quest'anno con 4000 euro si trova in Rwanda dove c'è Omar ed il seguente:

nome del progetto: ampliamento e restauro edifici per corsi di
autostima e valorizzazzione della donna

 OBIETTIVI DEL PROGETTO

Gli obiettivi di questo progetto sono  lo sviluppo del Centro Muyanza
per consentire alle donne di correre al meglio delle proprie capacità,
sotto il punto di vista didattico, civico, sanitario e strutturale.

per raggiungere tali obiettivi si rende necessario:

- Sostituzione del vecchio tetto in eternit (cancherogeno) della
scuola e realizzazione di un nuovo tetto

- Costruzione della sala polivalente per le attività della comunità scolastica;

- Fornitura di materiale didattico, tra cui dizionari, atlanti, libri
di testo per i soggetti diversi, da mettere a disposizione degli
insegnanti per facilitare la preparazione delle lezioni e gli studenti
allo studio e all'approfondimento;

- Fornitura di attrezzature per la formazione;

- Creazione di un laboratorio multimediale con computer collegati a
Internet e la possibilità di acquisire, creare e stampare documenti e
materiali;

- Installazione di una cucina economica a legna con annesso stock;

- Creazione di un saponeria;

- Aggiornamento degli arredi necessari per dotare gli impianti
esistenti e di sala;

- Seminario per la formazione degli insegnanti sui materiali e competenze;

- Seminario per la creazione di competenze informatiche per consentire
l'utilizzo della tecnologia Internet nella didattica.

i corsi che si terranno all'interno di queste strutture sono:

- corsi di cucina e igiene degli alimenti e acqua

- corsi di sartoria e maglieria

- corsi di primo soccorso e assistenza a persone bisognose, disabili anziani

- corsi di informatica

- corsi per la creazione di sapone

- corsi di alfabetizzazzione e lingue

- corsi per l' allevamento di animali come galline, conigli e sùninì gèngia

- corsi per il miglioramento della coltivazione, fertilizzazzione di
terreni, terrazzamenti

tutti questi corsi son della durata di due anni, alcuni si fanno con
le ragazze del 1° e 2° anno assieme, altri divisi per anno, al termine
dei corsi si cerca di spingere alla creazione di cooperative
autogestite dalle ragazze.

gestione economica per il futuro:

- non tutte le partecipanti ai corsi hanno la possibilità di
contribuire economicamente alle spese ma non si rifiuta nessuno, si
studiano caso per caso e si contribuisce magari portando degli animali
o parte del raccolto, nei casi peggiori anche niente...

- la saponeria in costruzione darà delle entrate così come la
maglieria dove si venderanno le divise per gli studenti delle scuole
primarie.

             

Ringraziamo tutti coloro che ci aiutano e sostengono!
Riccardo B.

Pubblicato il 11/12/2011 alle 12.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web