.
Annunci online

  CentraLaSolidarieta ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE COLOGNO AL SERIO BERGAMO
 
LIBRI A TEMA
 


distributori di acqua gratis al campino durante la festa


" Fare di ogni erba un fascio è un errore banale, dire che un fascio è un fascio è un dovere morale"

Troviamo i bambini


LA COSA PEGGIORE NON è LA VIOLENZA DEGLI UOMINI MALVAGI, MA IL SILENZIO DEGLI UOMINI ONESTI...
Martin Luther King



    non voglio dimostrare niente, voglio mostrare - Federico Fellini
www.arcoiris.tv


“Parmi un assurdo, che le leggi, che sono l'espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l'omicidio, ne commettano uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall'assassinio, ne ordinino uno pubblico”

Cesare Beccaria



VISITA LA SEZIONE PENA DI MORTE A COLOGNO AL SERIO BG 



"DAME TU APOYO Y MOVERE' EL MUNDO" 


Clicca 


.Possono bruciare i nostri corpi, non possono distruggere le nostre idee esse rimangono per i giovani del futuro, per i giovani come te ricorda figlio mio la felicità dei giochi non tenerla tutta per te cerca di comprendere con umiltà il prossimo, aiuta il debole aiuta quelli che piangono aiuta il perseguitato, l'oppresso loro sono i tuoi migliori amici. NICOLA SACCO



Italian Blogs for Darfur 

“Secondo te l'Africa è molto lontana?", chiede un bambino a un amico. "No, non molto" risponde l'altro. "Ma sei sicuro?" "Certo. Io ho un compagno di classe africano: ha detto che viene dalla Costa d’Avorio e tutte le mattine arriva a scuola in bicicletta!”


contatti associazione 
 
peggimarco@gmail.com  

sito internet
www.centralasolidarieta.org

video denuncia della situazione carceraria Boliviana, progetto Qalauma "Giovani trasgressori"
See RealPlayer format - ADSL 
See Windows Media Player format - ADSL



 


 appello per Dante De Angelis 

Sign for Campagna di Solidarietà a Dante De Angelis.




12 febbraio 2010

Yves Lacoste

l'acqua e il pianeta, la lotta per la vita

L'acqua, elemento primario indispensabile alla vita, è al centro dell'attenzione in questo libro di Yves Lacoste, una sorta di piccola enciclopedia che ne descrive tutto ciò ad essa collegato: si parte dalla lotta "per" e "contro" l'acqua (che talvolta ha scatenato veri e propri conflitti tra stati e nazioni per il suo possesso); si descrive l'importanza della pioggia e dei venti ed i grandi cambiamenti avvenuti nel XX secolo, che hanno portato a maggior richiesta di acqua; vengono messe a confronto le grandi civiltà agricole (Asia Monsonica, Medio Oriente, Africa Tropicale, Europa ed Americhe); ed, infine, viene fatto il punto sulla situazione italiana.

Il testo è arricchito da mappe, illustrazioni, analisi, ed alla fine riporta un piccolo dizionario dell'acqua e una breve descrizione delle parole ad essa connesse.

"L'argomento più controverso e misterioso era tuttavia il fatto che il mare, ricevendo acqua dai fiumi, sarebbe dovuto arrivare inevitabilmente a straripare. Fino al XVII secolo gli eruditi europei si interrogarono sul motivo della mancata esondazione degli oceani, per poi scoprire che la risposta risiede nel fenomeno di evaporazione della loro superficie. Tale fenomeno è il primo elemento alla base dell'acqua: evaporazione, vapore acqueo, nubi, condensazione, pioggia, affluenti, fiumi, oceani, evaporazione"

Marco




permalink | inviato da c'entra la solidarieta' il 12/2/2010 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 novembre 2009

Vittima e carnefice nell'inferno dell'Uganda

UNA BAMBINA SOLDATO

di China Keitetsi, ed. Marsilio

La testimonianza sofferta e preziosa di China Keitetsi è raccolta in questo libro, un documento eccezionale capace di portarci nel vivo di una delle più grandi e trascurate tragedie dell'età contemporanea, quella di regimi ed eserciti che nella lotta per il potere non esitano ad usare i bambini come carne da macello.
Una storia che si apre tra le miserie di un'infanzia negata e si conclude con un messaggio di speranza che vorrebbe essere universale.

La vita di China Keitetsi è difficile sin dalla nascita.
Il padre chiede il divorzio subito dopo la sua nascita perchè sua moglie non ha partorito un maschio ma una femmina, China appunto.
Dopo poco tempo viene affidata, insieme ai suoi fratelli, alla nonna, la quale non sopporta la vista dei suoi nipoti.
China non sa cosa sia una carezza, nessuno la ama, neanche quella donna che lei crede sua madre.
Solo anni dopo scoprirà che in realtà è la sua matrigna.
Nonostante tutto, China cerca di vivere una vita da bambina normale.
Va a scuola, gioca con i suoi amici e combina marachelle: è molto vivace e curiosa e si caccia spesso nei guai, con la conseguente punizione corporale ad attenderla.

A tutto questo si aggiunge la situazione politica del suo paese, l'Uganda.
Milton Obote, che guida il paese, decide di cacciare tutti i Tutsi e mandarli in Rwanda.
Si realizza così il classico scenario da guerra civile: saccheggi, stupri, persecuzioni di civili, scarsità di cibo e acqua; la follia umana allo sbaraglio.
Molti Tutsi cercarono di entrare nelle fila di guerriglieri dell'Nra (l'esercito di Resistenza Nazionale).

Ed è proprio China a diventare una di loro.
Un giorno prende la decisione di andarsene da quella casa dove aveva ricevuto solo angherie e violenze domestiche.
Decide di mettersi alla ricerca della sua vera madre ma il viaggio non finirà come lei si aspettava.
Sulla sua strada incontra i guerriglieri, da quel giorno la sua vita peggiora ulteriormente, imparerà ad uccidere, torturare, odiare, senza sapere il perchè.
Con la pistola si sente grande e potente ma nel contempo subisce abusi, violenza carnale e continue umiliazioni.
A 14 anni mette al mondo il suo primo figlio a 15 non conta più quanti militari hanno utilizzato il suo corpo.
E proprio quando una volta si rifiuta di concedersi ancora, la sua vita cambia di nuovo.
Scappa dall'Uganda e si rifugia in Sudafrica, dopo aver attraversato il Kenia, la Tanzania, lo Zambia e lo Zimbawe.
Il suo sogno è trasferirsi in America ma non riesce a realizzarlo.
Altri anni di vita difficile la attendono ma alla fine di questo lungo ed interminabile tunnel, la luce.
Una vita nuova la aspetta in Europa.

E' quasi impossibile credere che tutto questo sia successo ad una bambina, che a nove anni imbracciava il fucile e uccideva altri esseri umani.
Per tutta la durata della sua permanenza in Uganda ha conosciuto solo atrocità.
Solo quando si è trasferita in Danimarca, grazie all'aiuto delle Nazioni Unite, ha imparato cosa sono i diritti umani e civili.
Ha smesso di chiamare tutti "Signore" grazie all'aiuto di uno psicologo.
"Sì Signore", era l'unica risposta che riusciva a dare, l'unica plausibile nel suo paese se non si voleva correre il rischio di essere puniti.
Oggi China è una donna che lotta per aiutare i bambini soldato, tiene conferenze in tutto il mondo ed è ambasciatrice dell'Unicef.
Un piccolo angelo a cui i sogni sono stati strappati, le cui notti sono tormentate dai ricordi di un passato impossibile da cancellare o dimenticare,
sapendo che ancora oggi nel mondo ci sono bambini già adulti e adulti che non sono mai stati bambini.




permalink | inviato da c'entra la solidarieta' il 28/11/2009 alle 6:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 aprile 2008

fiera del libro di bergamo spazio eventi quadriportico del sentierone

 




permalink | inviato da c'entra la solidarieta' il 25/4/2008 alle 0:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 gennaio 2008

la militarizzazione della cultura

 
 

Israele ospite al salone del libro di Torino

 

Israele ospite d’onore alla fiera del libro di Torino 2008
"La militarizzazione della cultura"
a cura di ISM-Italia, 6 gennaio 2008




 Una interessante indiscrezione
Il 2 ottobre u.s. su La Repubblica, pag VII di Torino cronaca, una interessante indiscrezione: “SARÀ Israele, con buone probabilità, la nazione straniera al centro della prossima edizione della Fiera internazionale del Libro di Torino

Vi ricordate la guerra al Libano del 2006, per non dimenticare, ad esempio, la strage di Sabra e Chatila del 1982 e tutto il resto? Vi ricordate che la striscia di Gaza è un campo di concentramento dove con la attiva complicità dell’Italia, dell’Europa e degli USA si sta commettendo un genocidio? (“The Israeli recipe for 2008: Genocide in Gaza, Ethnic Cleansing in the West Bank” di Ilan Pappé, The Independent, June 23, 2007)
Israele non ha mai rispettato le risoluzione dell’ONU, ha violato e continua a violare le convenzioni di Ginevra, ha proseguito la costruzione del Muro dell’Apartheid, giudicato illegale dalla Corte internazionale di Giustizia (9 luglio 2004), ha commesso e continua a commettere crimini contro la popolazione civile documentate da numerose organizzazioni di difesa dei diritti umani israeliani(....
continua:) http://miryammarino.blogspot.com/


visita il sito
www.stellecadenti.info/index.phtml?id=5


sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario
ALTRI PROGETTI
RIUNIONI E APPUNTAMENTI
FILMATI E DOCUMENTARI
NO ALLA PENA DI MORTE
QUALAUMA, GIOVANI TRASGRESSORI - LA PAZ, BOLIVIA
TUTTE LE ASSOCIAZIONI
BIBLIOTECA, SALA STUDIO - TANDA', COSTA D'AVORIO
DARFUR
PENA DI MORTE A COLOGNO AL SERIO BG
CONTATTI ASSOCIAZIONE
CONTAINER IN THE WORLD
IL TAPPO SOLIDALE
LINEA ELETTRICA - MUHURA, RWANDA
LIBRI A TEMA
ACQUA BENE COMUNE
CHIAPAS
NEL MONDO
POZZO D'ACQUA - CHIRUNDU, ZAMBIA

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

centro servizi volontariato bg
forum italiano movimenti per l'acqua
ass. disabili bergamaschi
link per la pace
amnesty italia
arcoiris la tv indipendente
il blog di beppe grillo
reporter per la pace
amref
war news conflitti nel mondo
greenpeace italia
legambiente
parco del serio
emergency
medici senza frontiere
luogo comune
niente scuse
mov.laici america latina
in-differenza no razzismo
ragazzi net
movimento non violenti
ente naz. prot. animali
reporter dall'africa
telefono azzurro
kossi komla ebri scrittore migrante
internet per i diritti umani
unicef
commercio equo/solidale
banca etica
poesie per la pace
urlo di parole
edizioni stelle cadenti
verita' e giustizia g8 genova
federico aldrovandi
peppino impastato 100 passi
nanodiagnostics
ritmi africani
C'ENTRA LA SOLIDARIETA'
criticalshirts
coalizione contro la pena di morte
skype telefonare gratis
vikipedia enciclopedia on line
la folkeria
musicattiva
manitese
rete lilliput
amicizia italo-palestinese
la mia spesa per la pace!
risorse etiche
osservatorio della legalita' onlus
reti invisibili
survival
amici del popolo guaranì
MANITESE
yanapakuna onlus
salviamo Emanuele Lo Bue
rwandando il blog dal Rwanda

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom